fbpx

L’Europa salvi i piccoli borghi

La questione dello spopolamento dei piccoli borghi è da prendere in attenta considerazione: certamente non si tratta di un improvviso calo, bensì di un fenomeno che mette le sue radici nel periodo del boom economico. Recentemente sono intervenuto sulla questione, sottolineando quanto siano importanti per il nostro Paese e quante possibilità possano offrirci in questo difficile momento storico.

Iniziamo analizzando alcuni dati: stando alle statistiche, sono circa 5500 i comuni italiani sotto i cinquemila abitanti, di cui 1000 sono a rischio spopolamento. La domanda che dobbiamo porci è se si possa effettivamente fare qualcosa per far si che il fenomeno venga contenuto. Secondo me si, possiamo agire. Questa pandemia ci ha portati alla necessità di ridimensionare le nostre esigenze di viaggio, optando per località incontaminate e sul territorio.

Dunque, la prima vera risposta alla domanda è questa: la riqualificazione turistica. Risulta necessario incentivare tutte le attività turistiche legate alle tradizioni di uno specifico territorio: laboratori artigianali per la lavorazione di prodotti, tour guidati alla scoperta delle delizie eno-gastronomiche più disparate, lo studio di piani di marketing specifici focalizzati sulla creazione di un brand autentico. La nostra nazione è unica al mondo perché caratterizzata da paesaggi meravigliosi, unici, inconfondibili. Il nostro patrimonio culturale è prezioso ed inimitabile. E questi piccoli borghi storici ne fanno parte.

Di conseguenza, la riqualificazione territoriale viene ad essere fondamentale per convergere il turismo. Sicuramente non è un lavoro che può essere svolto autonomamente dalle autorità locali ed è qui che entra in gioco l’Europa. Nella proposta per una riconversione al turismo sostenibile, abbiamo sottolineato quanto fosse necessario istituire fondi per l’attuazione di questi progetti e per la salvaguardia dei nostri territori. La riconversione architettonica di strutture agricole in disuso in strutture ad albergo diffuso, l’estensione di una banda larga potenziata per convogliare modernità ed efficienza per le strutture ricettive, non solo a vantaggio del cliente ma del lavoratore stesso. E poi la battaglia alla contraffazione di prodotti DOC, DOCG, DOP, IG per far si che il successo di tali prodotti sia vantaggioso per le piccole realtà che li producono: sono solo alcuni dei punti per cui abbiamo fortemente lottato.

C’è inoltre un altro aspetto da considerare, che ci fa sperare per il meglio: sono sempre più numerose le attività turistiche e le aziende agricole condotte da giovani che dopo l’università, scelgono di investire in questa realtà. Dunque è fondamentale incentivare i giovani, anche economicamente, a restare ed investire. Il nostro passato è nelle mani del nostro futuro: i giovani.

 

leave a comment

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?